RISPARMIO ENERGETICO: COME MIGLIORARE L'EFFICENZA ENERGETICA

martedì 19 marzo 2019

Avrete sicuramente sentito parlare di risparmio energetico, è un tema ormai di grande interesse, sia a livello di politica internazionale sia a livello personale perché è diventato una delle voci più importanti del bilancio domestico. 


RISPARMIARE


Sempre più persone decidono di migliorare l’efficienza energetica dei loro edifici avendo come dicevamo grandi riscontri in termini di risparmio economico.


Per noi italiani è divenuto un luogo comune quello di attribuire subito le colpe di eventuali bollette salate al proprio gestore energetico.

Sono in pochi a interrogarsi realmente su quelle che sono le cause degli elevati consumi e sono ancora meno quelli che poi vanno in primis a modificare le proprie abitudini o semplicemente a informarsi sulle “buone pratiche” e successivamente a metterle in pratica.


Cerchiamo perciò di approfondire ulteriormente questo argomento insieme.


Che cosa è il Risparmio Energetico?


È l’insieme di tutte quelle pratiche, che ci permetteranno di ridurre considerevolmente i nostri consumi energetici.


Il risparmio energetico è ottenibile quindi principalmente in 3 modi:


–                    Trasformazione da una forma energetica ad alto consumo ad una più efficiente e meno esosa (utilizzo di Fonti Rinnovabili);


–                    Modifica e Ottimizzazione di tutti i processi energetici necessari per l’eliminazione e l’ammortizzazione dei consumi in eccesso;


–                    Utilizzo di materiali e strumenti utili a migliorare l’efficienza energetica (l’isolamento termico dei vetri e degli infissi dell’edificio)

 

Da dove si comincia e quali sono gli strumenti energetici più utili da utilizzare?


È fondamentale cominciare analizzando e modificando le nostre abitudini in modo da ridurre o addirittura azzerare eventuali sprechi.

I più comuni sono: preferire la doccia al bagno, quando non servono spegnere le luci, utilizzare una coperta in più ed abbassare il riscaldamento o addirittura spegnerlo se non necessario, prendere la macchina il meno possibile, ecc…


Oltre a modificare le nostre abitudini ed agli accorgimenti quotidiani che possono ridurre gli sprechi bisogna analizzare soprattutto lo status attuale dell’edificio in cui viviamo, in modo da capire effettivamente se l’immobile possiede eventuali problematiche strutturali o ambientali.

( A tal proposito abbiamo scritto un articolo sul reale consumo dei nostri riscaldamenti in Italia, i quali sono causa di gran parte dell'inquinamento nelle nostre città )


Essa prevede una valutazione diagnostica energetica completa evidenziando quelli che sono gli attuali consumi e gli eventuali sprechi.

Solitamente i due fattori principali che vanno a influenzare questa diagnosi sono l’illuminazione e l’isolamento termico degli infissi dell’edificio.


Anche in questo anno in corso, il governo a confermato gli incentivi per il cambio di infissi o interni necessari al miglioramento energetico, qui potete trovare un articolo sulle novità di quest'anno. 


Per qualsiasi informazione su detrazioni e cambio dei vostri infissi o delle vostre porte, chiamateci! 

Siamo pronti ad accogliervi nel nostro show-room!



Icona FacebookCondividi su Facebook

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Utilizziamo anche cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le preferenze manifestate nel corso della navigazione. Cliccando su "Accetto", presti il consenso all’uso dei cookie. Consulta la nostra cookie policy

Preferenze

Preferenze cookie


Necessari per il corretto funzionamento del sito web. In assenza di tali cookie, il sito potrebbe non funzionare correttamente. Utilizzati per raccogliere informazioni in forma anonima e/o aggregata sull’attività degli utenti nel nostro sito. Utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari mirati, in linea con le preferenze manifestate. Annulla